Parla con Cartesio il nostro supporto

World Intellectual Property Indicators 2016

L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI/WIPO) ha pubblicato un nuovo rapporto sulle attività globali riguardanti brevetti, modelli di utilità, marchi, disegni industriali, microrganismi e protezione delle varietà vegetali. Per la prima volta viene presentata anche un'analisi sulla partecipazione di genere ai depositi di brevetti internazionali (PCT).

La nuova edizione del “World Intellectual Property Indicators”, realizzata in base a statistiche provenienti da uffici nazionali e regionali, l'OMPI e la Banca mondiale, mostra come tutte le attività concernenti la proprietà intellettuale hanno avuto un buon incremento nel 2015.
I depositi complessivi di brevetti sono cresciuti del 7,8%, le domande di marchio sono aumentate del 15,3% e quelle di design industriale del 2,3%.

La Cina continua a guidare gli aumenti globali di attività di deposito di titoli di proprietà intellettuale. Tra le 2,9 milioni di domande di brevetto presentate dagli innovatori di tutto il mondo la Cina ha totalizzato più di un milione di domande.

L’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) per quanto riguarda le sole domande di brevetto ha registrato un aumento del 4,8%. Mentre l’Italia è al secondo posto, dopo il Giappone, per l’incremento del deposito di domande di marchi, con una crescita del 32,6% rispetto al 2014.

La nuova analisi sulla partecipazione di genere mostra come il 29% delle domande di brevetto internazionale (PCT) depositate tramite WIPO nel 2015 comprende almeno una donna inventore, rispetto al 17% nel 1995. Il più alto tasso di presenza femminile si riscontra nei campi delle scienze della vita.

Documenti correlati

Link utili

 
Un progetto di Sardegna Ricerche
2017 SardegnaRicerche