Sardegna Ricerche

Notizie

31/08/2017

Proteggere l’innovazione: brevetti e/o segreti commerciali

Licensing, Brevetto

L’EUIPO ha pubblicato uno studio sull'importanza economica dei segreti commerciali e il loro rapporto con i brevetti ai fini della protezione dell’innovazione. Dall'analisi emerge che i due metodi, spesso considerati come sostitutivi l’uno dell’altro, sono strategicamente utilizzati come protezione complementare.

Il decreto legislativo 24 aprile 2017 n. 50 stabilisce nuove disposizioni per il Patent box.

Il decreto cancella i benefici fiscali per i marchi d’impresa mentre preserva le agevolazioni per i redditi “derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, da brevetti industriali, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili” (art. 56, comma 1).
derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, da brevetti industriali, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili” (art. 56, comma 1). 

Il decreto prevede inoltre che le agevolazioni fiscali siano applicate anche ai redditi "derivanti dall’utilizzo congiunto di beni immateriali, collegati tra loro da vincoli di complementarietà, ai fini della realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi, sempre che tra i beni immateriali utilizzati congiuntamente siano compresi unicamente quelli rientranti tra i beni agevolabili."

Il decreto legislativo 24 aprile 2017 n. 50 stabilisce nuove disposizioni per il Patent box.

Il decreto cancella i benefici fiscali per i marchi d’impresa mentre preserva le agevolazioni per i redditi “derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, da brevetti industriali, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili” (art. 56, comma 1).

Il decreto prevede inoltre che le agevolazioni fiscali siano applicate anche ai redditi "derivanti dall’utilizzo congiunto di beni immateriali, collegati tra loro da vincoli di complementarietà, ai fini della realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi, sempre che tra i beni immateriali utilizzati congiuntamente siano compresi unicamente quelli rientranti tra i beni agevolabili."

Il decreto legislativo 24 aprile 2017 n. 50 stabilisce nuove disposizioni per il Patent box.

Il decreto cancella i benefici fiscali per i marchi d’impresa mentre preserva le agevolazioni per i redditi “derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, da brevetti industriali, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili” (art. 56, comma 1).

Il decreto prevede inoltre che le agevolazioni fiscali siano applicate anche ai redditi "derivanti dall’utilizzo congiunto di beni immateriali, collegati tra loro da vincoli di complementarietà, ai fini della realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi, sempre che tra i beni immateriali utilizzati congiuntamente siano compresi unicamente quelli rientranti tra i beni agevolabili."

Il decreto prevede inoltre che le agevolazioni fiscali siano applicate anche ai redditi "derivanti dall’utilizzo congiunto di beni immateriali, collegati tra loro da vincoli di complementarietà, ai fini della realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi, sempre che tra i beni immateriali utilizzati congiuntamente siano compresi unicamente quelli rientranti tra i beni agevolabili."