Il Marchio

1. Quando registrare un marchio

Il Marchio

un segno idoneo a distinguere i propri prodotti o attività da quelli analoghi di altri imprenditori
Il marchio è un segno idoneo a distinguere i propri prodotti o attività da quelli analoghi di altri imprenditori. Il marchio è quindi, ad esempio, il nome o il logo di un'azienda, di un prodotto o servizio.

Possono costituire oggetto di registrazione come marchio d'impresa tutti i nuovi segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, compresi i nomi di persona, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione, le combinazioni o le tonalità cromatiche, purché siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di un'impresa da quelli di un'altra impresa. I requisiti fondamentali del marchio sono: la capacità distintiva, la novità, l'originalità e la liceità.

Altro elemento fondamentale del marchio è rappresentato dal diritto di esclusività, ovvero il titolare del marchio registrato ha la facoltà di farne un uso esclusivo. Tale diritto comporta che soggetti terzi non possano utilizzare un marchio registrato senza il consenso del titolare.

Il marchio, nella sua accezione più immediata, è un segno, ovvero un mezzo per la rapida veicolazione di messaggi di varia natura.
Tramite un marchio, il consumatore è in grado di riconoscere e distinguere un determinato prodotto o servizio da quello di altre aziende. Depositare un marchio rappresenta la via più sicura per ottenere un diritto di protezione e una tutela esclusiva del medesimo. Chi utilizza un marchio deve, pertanto, farlo registrare. La registrazione del marchio comporta una più facile difesa contro aziende che utilizzano marchi identici o simili al segno già protetto.